RESTAURO. A VILLA FABRIS DI THIENE DUE SEMINARI SULLA "CHIMICA E BIOLOGIA PER I BENI CULTURALI", SABATO 14 E SABATO 21 OTTOBRE 2006

RESTAURO. A VILLA FABRIS DI THIENE DUE SEMINARI SULLA "CHIMICA E BIOLOGIA PER I BENI CULTURALI", SABATO 14 E SABATO 21 OTTOBRE 2006

Seminario Restauro Chimica e Biologia 

Nel quadro di un progetto di sviluppo delle competenze nel settore, l'Associazione Artigiani della Provincia di Vicenza, in collaborazione con il Cesmar7, organizza due giornate di seminario per offrire ai restauratori strumenti innovativi per la valutazione del degrado nella conservazione e nel restauro di manufatti artistici, dai dipinti murali alle opere lignee.

Entrambe le giornate si terranno con orario 9.00-13.00 e 14.00-18.00  presso la sede di Villa Fabris, via Trieste 43 - Thiene (Vicenza).
Per iscriversi è necessario compilare la scheda di adesione (vedi allegato) e inviarla via fax al n. 0444.392497 entro e non oltre 4 ottobre p.v.
Essendo il numero di posti limitato a venti persone a seminario, verranno accolte le richieste di iscrizione secondo l'ordine di arrivo.

Per maggiori informazioni si può scaricare il dépliant dell'iniziativa, telefonare all'Ufficio Categorie dell'Associazione Artigiani della Provincia di Vicenza (dott. Andrea Schiavo, tel. 0444.392369) o inviare una e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Scarica il dépliant con le informazioni sui seminari di restauro

 

 Stampa  Email

DIPINTORI. A VILLA FABRIS PROSEGUONO LE INIZIATIVE FORMATIVE DELLA CATEGORIA IN COLLABORAZIONE CON IL CESAR

DIPINTORI. A VILLA FABRIS PROSEGUONO LE INIZIATIVE FORMATIVE DELLA CATEGORIA IN COLLABORAZIONE CON IL CESAR

Corso decorazione Villa FabrisNon-stop formativa a Villa Fabris di Thiene: terminato da poco un corso sulle tecniche di decorazione ad affresco per titolari e dipendenti di impresa, è già iniziato un percorso formativo articolato in diversi settori, per la durata di 800 ore complessive, dedicato ai non occupati.
Partito lo scorso gennaio, il corso sulla decorazione è stato finanziato con il contributo della Comunità Europea e si è sviluppato in 60 ore che, come per il corso svoltosi quasi in contemporanea a Mussolente, sono state divise tra lezioni di sicurezza, marketing, storia dell'arte, teoria e pratica di decorazione.
Dice Domenico Bernardi, presidente Mandamentale della Categoria dei Servizi ed Affini per l'Edilizia di Thiene nonché uno dei docenti del corso: "La partecipazione di titolari e dipendenti di imprese che hanno deciso di dedicare il loro tempo (il mercoledì sera e il sabato mattina, ndr) per l'accrescimento professionale è un segnale fortemente positivo. Significa che il bisogno di ampliare le proprie conoscenze attraverso il recupero di tecniche storicamente radicate nella nostra tradizione edilizia può ancora trovare momenti di concretizzazione."
La decorazione "a fresco" è una pittura eseguita su intonaco (o "tonachino") composto da un impasto fatto solitamente con sabbia fine, polvere di marmo, o pozzolana (cenere vulcanica molto fine) setacciata, calce ed acqua, prima della sua completa asciugatura, appunto ancora fresco. In questa maniera i colori vengono chimicamente incorporati nello strato sottostante, rendendo il disegno più duraturo. Questa tecnica molto antica ha subito negli anni numerose innovazioni, sia nell'uso dei materiali sia nella metodologia dell'esecuzione delle immagini. Oggi, principalmente a causa della difficoltà nel reperire decoratori con una buona padronanza delle tecniche e in grado di affrontare le peculiarità di questo tipo di pittura, la decorazione "a fresco" ha un uso più limitato che in passato. Un discorso simile può esser fatto anche per lo stucco forte in rilievo, una tecnica decorativa che prevede l'utilizzo di calce spenta e di polveri di marmo di  granulometria variabile.
E proprio per stimolare un nuovo interesse per queste tipologie di interventi decorativi, una parte del nuovo corso per non occupati avviato da alcuni giorni a Villa Fabris sarà dedicata alla pittura "a fresco" e allo stucco forte. A completare i moduli "pratici" saranno poi le lezioni riguardanti il disegno, il marmorino e il finto marmo, la doratura e infine interventi di recupero su vari tipi di decorazione.
Corso decorazione Villa Fabris

 Stampa  Email

/*facebook like*/
/* Google Plus */